Archivi tag: recensioni la capannin

tavolo capannina

La Capannina secondo 21 grammi

Recensione Capannina di Federica Santini.

Autrice e ideatrice di 21 grammi.

Entrando dentro La Capannina si scopre un ambiente diverso dalle altre discoteche: meno commerciale e con un gran tocco di classe. Un passo dopo l’altro vengono magicamente alla mente pezzi di storia dello spettacolo internazionale, volti noti e figure fondamentali come Mina, Edith Piaf, Gloria Gaynor, solo per citarne alcuni.
Ci si trova subito accolti da molte persone estremamente cortesi e sorridenti, quindi nonostante il posto sia veramente chic, tutte le persone che ci lavorano fanno di tutto per far sentire a proprio agio gli ospiti, un po’ come a casa ( e che casa!).
C’è una coerenza estrema nell’arredamento, che rispecchia lo stile del locale, camminando come un esperto equilibrista su un fil rouge che lega ogni angolo del locale.

Una volta che mi siedo a tavola mi trovo davanti una mise en place regale: anche l’apparecchiatura segue lo stile del locale, oltre le buone leggi del galateo! Appena tutti abbiamo modo di accomodarci arriva un cameriere che inizia ad illustrarci il menù: rispettando il luogo in cui La Capannina si trova, ovviamente la cena è tutta di pesce, partendo da un antipasto con un delicatissimo carpaccio servito su un’insalitina ed accompagnato da un crostino dorato e croccante, continuando con degli gnocchetti alle primizie del mediterraneo che erano di una delicatezza estrema e davvero ottimi, arrivando ad un secondo con branzino al forno accompagnato da coloratissime verdure arrosto. Una cosa che ho apprezzato moltissimo è stata la flessibilità con cui il personale si è saputo adattare alle richieste di chi aveva altre esigenze culinarie, come vegetariani e persone con varie allergie a determinati alimenti; attenzioni che purtroppo raramente si riscontrano nei ristoranti, escludendo, così, un’ampia fetta di clientela. Sulla tavola abbiamo trovato bottiglie d’acqua e bottiglie di vino bianco che si sposavano splendidamente col menù.
Per concludere la cena, accontentando tutti i commensali, ci è stato portato un gustosissimo flan al cioccolato su un letto di crema e cioccolato: dire che era buono è dire poco!
Altro dettaglio, che non credo di aver mai trovato in nessun altro ristorante, è stato il fatto che nel rispetto totale del bon ton prima sono state servite tutte le signore e solo dopo sono stati serviti gli uomini. Estrema classe.

Mi sono trovata immersa in un’atmosfera un po’ magica e un po’ da una Manhattan alla Sex and the City: tutto organizzato al meglio, a partire dall’ambiente fino a toccare ogni dettaglio; c’erano donne con abiti bellissimi e loro stesse erano stupende; gli uomini che le accompagnavano erano altrettanto eleganti e si vedeva che ognuno dei presenti era proprio dove desiderava essere. Mi sono sentita un po’ Toulouse Lautrec: ero affascinatissima da questo mondo che per me era del tutto nuovo, completamente diverso dai locali che di solito frequento, più da sogno, molto chic e adattissimo ad accogliere eventi di ogni tipo; prima l’ho osservato e dopo mi ci sono completamente tuffata!

Il tema era Gossip Girl – White Party e devo dire che sembrava proprio di rivivere un party del genere, di quelli che tante volte avevo visto in tv, ma nei quali molto di rado mi sono trovata. Avere un dress code da rispettare rende ancora più interessante una serata, avere un tema a cui ispirarsi è difficile che faccia sentire fuori luogo le persone che decidono di partecipare all’evento.

Posso solo dire che non vedo l’ora di tornarci, perché mi sono trovata benissimo, ogni cosa era curata nel minimo dettaglio e l’ho apprezzato tantissimo, perché niente era lasciato al caso e c’era sempre qualcuno che si assicurava che tutto andasse per il meglio. Consiglio non solo di andare a La Capannina per una serata, ma anche a cena, sia che sia una cena romantica, sia che si tratti di un compleanno, una cena tra amici o anche, perché no, un addio al nubilato ( o al celibato, ovviamente!). Sia l’accoglienza che la cena sono degni di un hotel di lusso, il dopocena ovviamente ha un tocco in più rispetto a tante altre discoteche ed essendo un locale molto ampio permette di ballare davvero, divertendosi al massimo ed essendo pronti, anzi prontissimi a scatenarsi praticamente in riva al mare! Can’t miss it!